Blog & News

CI SCUSIAMO PER GLI ARTICOLI SPAM DEGLI ULTIMI 2 GIORNI SUL NOSTRO SITO E PAGINA FB.

PROTEZIONE UMANITARIA : Possibile riesaminare dinieghi.

Protestation Umanitarie ricorso per domande negate

A seguito della sentenza della Corte di Cassazione, Sezioni Unite n. 29460/2019, che ha affermato che le nuove disposizioni del D.L. 113/2018 relative all’abrogazione della protezione umanitaria non sono retroattive,

la Commissione Nazionale Asilo ha diramato una circolare con la quale si informano le Commissioni Territoriali che le domande di protezione internazionale formulate prima del 5 ottobre 2018 dovranno essere valutare sulla base della precedente normativa e,

nel caso di diniego già adottato, potranno essere riesaminate su esplicita richiesta dell’interessato.

Quindi per chi ha fatto richiesta di protezione umanitaria prima del 5 Ottobre vale la vecchia normativa , e quindi se viene negata , si puo chiedere la rivalutazione in base alla vecchia normativa

Conversione Permesso per lavoro stagionale in Lavoro Subordinato.

Con la sentenza n. 688 dell’8 novembre 2019, il Tribunale Amministrativo delle Marche ha stabilito che, ai fini della conversione del permesso di soggiorno stagionale in permesso di soggiorno per lavoro con contratto a tempo indeterminato,

è sufficiente che il lavoratore abbia svolto attività lavorativa stagionale per almeno tre mensilità, anche se il permesso di soggiorno era stato rilasciato per un periodo più lungo. In particolare con riferimento al settore agricolo dove il calcolo della prestazione lavorativa avviene “a giornate”,

il lavoratore dovrà dimostrare di aver lavorato per almeno 13 giornate al mese per un totale di 39 giornate lavorate nel trimestre.

Quindi se sei in possesso di un permesso di soggiorno stagionale , ed il tuo datore di lavoro , ti offre la possibilita di un lavoro a tempo indeterminato puoi fare la richiesta di un permesso permanente per lavoro.

Vedi anche la circolare:

http://www.piemonteimmigrazione.it/images/news_materiali/tar_marche_6882019.pdf

OFFERTA STAGE .

Per la nostra sede di Padova cerchiamo un/una mediatore/trice culturale , per uno Stage Retribuito con successivo inserimento .
Requisiti richiesti: 
– Qualifica di mediatore culturale
-Conoscenza anche base del pacchetto office, internet e gestione della mail, 
– Lingua inglese.
– Elevata predisposizione verso i rapporti interpersonali e problem solving 

I candidati possono inviare il proprio CV al seguente indirizzo mail: collaboratori@worldimmigration.it

Ravenna: Corso gratuito per assistenti Familiari.

Ravenna . Inizia il 04 Dicembre , Il corso gratuito dedicato a Colf , Badanti , Assistenti domestici .

  • Il corso è mirato ad insegnare in maniera professionale la gestione della casa.
  • La cura degli animali domestici.
  • Cucinare in modo sano.
  • Le tecniche d’imboccamento.
  • L’igiene personale e come vestire in maniera pratica e comoda gli anziani.
  • Come mantenere buoni rapporti con la famiglia dell’anziano , aiutando a capire le loro necesita .
  • L’assunzione dei farmaci e come capire prescrizioni mediche le patologie e i disturbi tipici dell’anziano.
  • Capire il tipo di disabilità e capire come comunicare .
  • Le attività d’intrattenimento utili per il mantenimento del benessere dell’anziano.
  • Imparare a gestire le emergenze. –

In’oltre offre maggior conoscenza per quanto riguarda i contratti di lavoro , stipendi e diritti.

Al termine del corso verrà rilasciato Un attestato (Diploma)“ Se il partecipante dimostrerà di avere almeno 12 mesi di esperanza come badante oppure assistente domestica , potrà anche accedere al test nazionale per la Certificazione di colf generico e/o di badante.

Per qualsiasi informazione occorre rivolgersi allo Sportello sociale per la non autosufficienza di Ravenna in via D’Azeglio 2, 2° piano, dal lunedì al venerdì 9 -13, giovedì anche 14 – 17. Tel. 0544485317- 0544482789.
„Organizzato da Filcams – in collaborazione con il Servizio sociale associato dei Comuni di Ravenna“

Per Minorenni stranieri , la carta soggiorno dopo 5 anni di residenza in Italia.

I figli minorenni di stranieri in possesso della carta soggiorno , dovranno attendere 5 anni per poter fare richiesta della carta soggiorno .

REDDITO: Per il rilascio della carta soggiorno dei minori , verranno valutati i redditi dei genitori che dovrà dimostrare di avere un reddito adeguato

TEST D’ITALIANO: I minori di 14 anni sono essenti dall’obbligo di sostenere il test d’Italiano , i ragazzi sopra i 14 anni dovranno dimostrare la conoscenza della lingua con il test d’Italiano per la carta soggiorno

VISTO D’INGRESSO PER MOTIVI DI STUDIO IN ITALIA

multiracial graduates

E possibile fare ingresso in Italia per motivi di studio , vacanza studio , Studi universitari , studio per specializzazioni .

Dopo la Brexit cambierà l’ingresso nel Regno Unito per lavoro studio turismo?

Lavoratori .

Fino al 2025 i cittadini europei che lavorano come lavapiatti, camerieri, impiegati in albergo etc, potranno entrare liberamente in Regno Unito, per 6 mesi anche senza contratto di lavoro (un po’ come succede adesso) per cercare lavoro , ma potranno lavorare solo un anno al massimo.

Cittadini stranieri , dovranno sempre chiedere il visto d’ingresso , come succede anche adesso , non si sa ancora se la modalità sara diversa oppure chiederanno altri requisiti.

I professionisti europei e stranieri come ad esempio medici, insegnanti, ingegneri etc potranno ottenere un permesso di cinque anni e poi potranno richiedere la residenza fissa e successivamente la cittadinanza. I professionisti stranieri , dovranno comunque chiedere un visto d’ingresso come succede anche ora.

Turisti

Per i cittadini Ue Si sta valutando un visto oppure un’autorizzazione come quella per gli Stati Uniti)

Per i cittadini stranieri sara sempre necessario il visto d’ingresso come anche adesso. ad eccezione dei cittadini Irlandesi Come oggi, avranno libero accesso in Regno Unito.

Hai bisogno di un visto?

100 Borse di studio per studenti titolari di protezione internazionale.

Il Ministero dell’Interno, con la Conferenza dei Rettori delle Università italiane ed in collaborazione con l’Associazione nazionale degli organismi per il diritto allo studio universitario (Andisu), mette a disposizione 100 borse di studio per studenti universitari titolare di protezione internazionale. Possono partecipare al bando gli studenti titolari di protezione internazionale vincitori dei bandi per gli anni accademici 2016/2017, 2017/2018 e 2018/2019 che hanno diritto alla conferma della borsa di studio e gli studenti titolari di protezione internazionale ottenuta entro il 15 luglio 2019 in possesso di un titolo di studio valido per l’iscrizione al corso di laurea, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico o dottorato di ricerca prescelto, che si iscrivono per la prima volta al sistema universitario italiano. Le domande vanno presentate entro il prossimo 15 luglio.

RICHIEDENTI ASILO SENZA RESIDENZA NEL PIEMONTE: POSSONO ISCRIVERSI AL SSN (MUTUA)

La Direzione Sanità della Regione Piemonte ha recentemente fornito indicazioni in relazione all’iscrizione al Servizio Sanitario dei richiedenti asilo privi di residenza.

Sara possibile fissare come domicilio l’indirizzo c dichiarato al momento della richiesta di asilo in Questura. oppure nell’indirizzo del centro per i richiedenti asilo che vivono presso strutture di accoglienza.

Nel caso non ci siano indicazioni del domicilio sul permesso , oppure se il richiedente cambia indirizzo , sara sufficiente un’auto certificazione di residenza che dovrà essere fatta presso l’ ASL competente .

Nessuna ulteriore documentazione dovrà essere richiesta al tal fine. Nella circolare si ricorda, infine, che il richiedente può dimostrare se dimora in regola con il permesso di soggiorno ( per il quale ha dato l’indirizzo al momento della richiesta ed scritto sul permesso) oppure tramite la ricevuta rilasciata al momento della formalizzazione del Mod. C3 oppure il cedolino della richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno o, infine, con il ricorso contro il diniego della richiesta di protezione internazionale.

LINK CIRCOLARE http://www.piemonteimmigrazione.it/images/news_materiali/decretosicurezzacircolare1def