Blog & News

VISTO D’INGRESSO PER MOTIVI DI STUDIO IN ITALIA

multiracial graduates

E possibile fare ingresso in Italia per motivi di studio , vacanza studio , Studi universitari , studio per specializzazioni .

Dopo la Brexit cambierà l’ingresso nel Regno Unito per lavoro studio turismo?

Lavoratori .

Fino al 2025 i cittadini europei che lavorano come lavapiatti, camerieri, impiegati in albergo etc, potranno entrare liberamente in Regno Unito, per 6 mesi anche senza contratto di lavoro (un po’ come succede adesso) per cercare lavoro , ma potranno lavorare solo un anno al massimo.

Cittadini stranieri , dovranno sempre chiedere il visto d’ingresso , come succede anche adesso , non si sa ancora se la modalità sara diversa oppure chiederanno altri requisiti.

I professionisti europei e stranieri come ad esempio medici, insegnanti, ingegneri etc potranno ottenere un permesso di cinque anni e poi potranno richiedere la residenza fissa e successivamente la cittadinanza. I professionisti stranieri , dovranno comunque chiedere un visto d’ingresso come succede anche ora.

Turisti

Per i cittadini Ue Si sta valutando un visto oppure un’autorizzazione come quella per gli Stati Uniti)

Per i cittadini stranieri sara sempre necessario il visto d’ingresso come anche adesso. ad eccezione dei cittadini Irlandesi Come oggi, avranno libero accesso in Regno Unito.

Hai bisogno di un visto?

100 Borse di studio per studenti titolari di protezione internazionale.

Il Ministero dell’Interno, con la Conferenza dei Rettori delle Università italiane ed in collaborazione con l’Associazione nazionale degli organismi per il diritto allo studio universitario (Andisu), mette a disposizione 100 borse di studio per studenti universitari titolare di protezione internazionale. Possono partecipare al bando gli studenti titolari di protezione internazionale vincitori dei bandi per gli anni accademici 2016/2017, 2017/2018 e 2018/2019 che hanno diritto alla conferma della borsa di studio e gli studenti titolari di protezione internazionale ottenuta entro il 15 luglio 2019 in possesso di un titolo di studio valido per l’iscrizione al corso di laurea, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico o dottorato di ricerca prescelto, che si iscrivono per la prima volta al sistema universitario italiano. Le domande vanno presentate entro il prossimo 15 luglio.

RICHIEDENTI ASILO SENZA RESIDENZA NEL PIEMONTE: POSSONO ISCRIVERSI AL SSN (MUTUA)

La Direzione Sanità della Regione Piemonte ha recentemente fornito indicazioni in relazione all’iscrizione al Servizio Sanitario dei richiedenti asilo privi di residenza.

Sara possibile fissare come domicilio l’indirizzo c dichiarato al momento della richiesta di asilo in Questura. oppure nell’indirizzo del centro per i richiedenti asilo che vivono presso strutture di accoglienza.

Nel caso non ci siano indicazioni del domicilio sul permesso , oppure se il richiedente cambia indirizzo , sara sufficiente un’auto certificazione di residenza che dovrà essere fatta presso l’ ASL competente .

Nessuna ulteriore documentazione dovrà essere richiesta al tal fine. Nella circolare si ricorda, infine, che il richiedente può dimostrare se dimora in regola con il permesso di soggiorno ( per il quale ha dato l’indirizzo al momento della richiesta ed scritto sul permesso) oppure tramite la ricevuta rilasciata al momento della formalizzazione del Mod. C3 oppure il cedolino della richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno o, infine, con il ricorso contro il diniego della richiesta di protezione internazionale.

LINK CIRCOLARE http://www.piemonteimmigrazione.it/images/news_materiali/decretosicurezzacircolare1def

PERMESSI PER BAMBINI CHE VIAGGIANO SENZA GENITORI O UNO SOLO ITALIANI / STRANIERI

BAMBINI CHE DALL’ITALIA VANNO ALL’ESTERO:

CITTADINI ITALIANI :

Fino al compimento dei 14 anni i minori cittadini Italiani devono:

  • viaggiare accompagnati da almeno un genitore o da chi ne fa le veci
  • oppure, che venga menzionato sul passaporto, o su una DICHIARAZIONE  rilasciata da un’autorità competente (Questura in Italia e/o ufficio consolare all’estero), il nome della persona (fino ad un massimo di due), dell’ente o della compagnia di trasporto a cui i minori medesimi sono affidati.
  • Per rientrare in Italia, occorrono gli stessi documenti necessari per l’espatrio.

SE HAI BISOGNO DI ASSISTENZA PER LA RICHIESTA :

CITTADINI STRANIERI :

Cittadini stranieri invece per poter viaggiare senza il genitore devono seguire un’Iter diverso , la dichiarazione di consenso dovrà essere legalizzata sia dalle autorità Italiane , sia dalle autorità consolari del paese di origini in Italia.

IN CASO DI GITE SCOLASTICHE ALL’ESTERO:

In questo caso, l’istituto scolastico deve presentare una richiesta, almeno 20 giorni prima della partenza, all’Ufficio Immigrazione della Questura nella quale si specifica scopo e durata del viaggio di istruzione e viene  indicato l’elenco nominativo degli allievi minorenni stranieri partecipanti.

Il modulo di autorizzazione ai viaggi scolastici per gli studenti extracomunitari nell’ambito della Comunità Europea deve essere firmato in duplice copia dal Preside o Dirigente scolastico ed è necessario allegare la fotocopia del permesso di soggiorno  di uno dei genitori o, nel caso di permesso di soggiorno scaduto, oltre alla fotocopia dello stesso anche la fotocopia della ricevuta postale  o appuntamento/cedolino se trattasi di permesso cartaceo.
Se lo studente non risulta titolare di passaporto è necessario apporre sul modulo una fototessera.

SE HAI BISOGNO DI ASSISTENZA OPPURE AIUTO:

CERTIFICATI ESTERI PER LA CITTADINANZA ITALIANA, COME E DOVE FARLI, SPIEGATO CASO PER CASO


RICHIESTA PER 10 ANNI DI RESIDENZA IN ITALIA E PER MATRIMONIO

Per fare la richiesta della cittadinanza Italiana , Per aver raggiunto 10 anni di residenza e per Matrimonio con cittadino Italiano , sono richiesti oltre alla documentazione da produrre in Italia , anche il certificato di nascita ed il certificato penale del paese di origine , questi certificati devono essere prima di tutto legalizzati da parte delle autorità competenti ( tribunali , commissioni popolari, cancelleria , ministero , cancellerie , comuni ecc ) , del paese di origine ed Apostillatati . Una volta che i certificati saranno legalizzati ed apostillati , dovranno essere tradotti in Italiano , e legalizzati presso l’ambasciata Italiana presente nel paese di origine.

RICHIESTA DI CITTADINANZA CON PER CHI HA L’ASILO POLITICO.

-Per chi e in possesso del riconoscimento dell’Asilo politico invece , tali certificati non possono essere prodotti , infatti dovranno recarsi nel tribunale del proprio comune , con due testimoni (I testimoni non devono essere parenti) e fare una dichiarazione

RICHIESTA DI CITTADINANZA CON PER APOLIDI

In questo caso invece del certificato di nascita e quello penale , le persone in possesso del riconoscimento dello status di apolide / Rifuggiato dovranno produrre le seguenti certificazioni:

-Atto notorio firmato in tribunale in cui si dichiara la propria nazionalità ed in cui si dichiara di non aver avuto condanne penali ne procedimenti penali in corso.

-Certificato di riconoscimento dello status di rifugiato.

PER CHI E NATO IN ITALIA OPPURE ARRIVATO IN ITALIA ENTRO I 14 ANNI , NON ‘E RICHIESTO IL CERTIFICATO PENALE DEL PAESE DI ORIGINE, ma dovrà comunque fare un’autocertificazione.

ESEMPIO DEL TEST ITALIANO B1 PER CITTADINANZA A2 PER PERMESSO SOGGIORNO CE

Come la maggior parte ormai sanno per fare richiesta del permesso soggiorno per soggiornanti a lungo periodo , (EX CARTA SOGGIORNO) e necessario  sostenere un test .

Recentemente e stata introdotta questa regola anche per la richiesta della Cittadinanza , ma solo per i richiedenti che non sono in possesso del permesso soggiorno per

soggiornanti a lungo periodo.

Di seguito alcune prove ed esempi che potrete utilizzare per prepararvi a sostenere questi esami.

TES B1 PER LA CITTADINANZA:

Descrizione requisiti richiesti :  https://tinyurl.com/y3wvfjjq

Prove di ascolto  B1:  https://cils.unistrasi.it/public/articoli/197/Files/trascrizioni_uno-b1_giugno_2012.pdf

Foglio risposte essempio B1 :  https://tinyurl.com/yy2rtg33

SCARICA LA PROVA DELL’ESAME B1 : https://tinyurl.com/y6f46jvx

 

TEST A2 PER CARTA SOGGIORNO:

SCARICA LA PROVA 1 DELL’ESAME: https://tinyurl.com/yy89boj9

SCARICA LA PROVA 2 DELL’ESAME: https://tinyurl.com/y2thrhwl

 

REDDITO DI CITTADINANZA QUALI BENEFICI ? CHI LO PUÒ CHIEDERE?

 

 

Quali sono i requisiti. Puoi richiederlo se:

  • L’ISEE del tuo nucleo familiare è minore di 9.360€

  • Lo possono chiedere Cittadini Extracomunitari residenti in italia da  almeno 10 anni con carta soggiorno , Cittadini Italiani e  Cittadini Comunitari .

  • Chi ha  un patrimonio mobiliare non superiore a 6.000 euro, che può essere incrementato in funzione del numero dei componenti del nucleo familiare e in caso di eventuali disabilità

  • Hai un patrimonio immobiliare non superiore a 30.000 euro, esclusa la prima casa

  • Nessun componente del nucleo familiare è intestatario di autoveicoli immatricolati negli ultimi sei mesi che salgono a 2 anni  o moto  (eccetto agevolazioni per disabilita?)

Esempi di calcolo del beneficio:

  • Una persona che vive da sola avrà fino a 780 al mese : Composti come segue  500 euro come  reddito , più aggiungono  280 euro di contributo per chi e in affitto  e 150 euro di contributo per chi ha un  mutuo

  • Le famiglie di 2 adulti e 2 figli minorenni avranno  fino a 1.180 euro al mese : Composti come segue   900 euro mensili come reddito , in più aggiungono 280 euro di contributo per chi e in affitto  e 150 euro di contributo per chi ha un  mutuo

  • Le famiglie di  2 adulti, 1 figlio maggiorenne e 1 figlio minorenne avrà fino a 1.280 euro al mese : Composti come segue   1000 euro mensili come reddito , in più aggiungono 280 euro di contributo per chi e in affitto  e 150 euro di contributo per chi ha un  mutuo

  • Una famiglia composta da 2 adulti, 1 figlio maggiorenne e 2 figli minorenni avrà fino a 1.330 euro al mese : Composti come segue   1050  euro mensili come reddito , in più aggiungono 280 euro di contributo per chi e in affitto  e 150 euro di contributo per chi ha un  mutuo

    La durata

    Il sussidio verrà erogato inizialmente per 18 mesi. Una volta trascorso questo tempo, se il richiedente non ha cambiato la propria situazione economica , potrà essere approvata per altri 18 mesi.

      Ricerca del lavoro

 Entro i 30 giorni successivi all’erogazione del sussidio (Un mese dopo il primo accredito dei soldi ), il beneficiario del Reddito di Cittadinanza   dovrà recarsi in un Centro per l’Impiego e dichiarare la propria disponibilità a cercare un lavoro. Dovrà anche andare  nel comune di              residenza e dichiarare di essere  disponibile a svolgere almeno 8 ore di lavori socialmente u

PROROGA:Incentivi statali alla stabilizzazione di Lavoratori Socialmente Utili.

Proroga da parte di pubbliche  amministrazioni nel triennio 2019-2021 le condizioni previste per  le assunzioni a

tempo indeterminato di Lavoratori Socialmente Utili e di pubblica Utilità, e nelle more del completamento di tali procedure, prevede la proroga,
fino al 31 ottobre 2019, “da parte di enti territoriali e degli enti pubblici interessati, delle convenzioni e degli
eventuali contratti a tempo determinato”.

Inoltre, rispetto alla proroga dei “contratti a tempo determinato”, si precisa che rientrano nel campo di
applicazione della norma – e, quindi, sono prorogati fino al 31 ottobre 2019 – esclusivamente quelli dei
Lavoratori Socialmente Utili

 

Link Correlato: http://www.lavoro.gov.it/documenti-e-norme/normative/Documents/2019/Circolare-n-1-dell-11012019.pdf

PERCHÉ FARE IL 730? A COSA SERVE

 

Il 730 può essere fatto da laboratori e pensionati , tramite il quale  e possibile ottenere il rimborso delle spese mediche , farmaceutiche  , attrezzature terapeutiche, mobili ecc ,  ma anche le spese  per l’istruzione dei vostri figli e molto altro ancora.

Per chi ha una casa di proprietà e possibile chiedere il rimborso dell’Irpef al 50%  , ma  facendo il 730 si puo accerede a moltissime agevolazioni , il rimborso dell’imposta avviene direttamente in busta paga o nella pensione.

Chi può fare il 730:

  • Pensionati o lavoratori dipendenti (compresi i lavoratori italiani che operano all’estero per i quali il reddito è determinato sulla base della retribuzione convenzionale definita annualmente con apposito decreto ministeriale);

  • Lavoratori a tempo indeterminato e determinato 

  • Persone che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente (es. integrazioni salariali, indennità di mobilità);

  • Soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;

  • Sacerdoti della Chiesa cattolica;

  • Giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive (consiglieri regionali, provinciali, comunali, ecc.);

  • Persone impegnate in lavori socialmente utili;

  • Lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno.